17 Apr 2020

Nasce #Edudigital – il webinar di AIGU dedicato al patrimonio UNESCO

In un momento di emergenza così limitante per le attività didattiche, AIGU non rinuncia a Edu: il progetto formativo dedicato a istituzioni scolastiche per promuovere le tematiche UNESCO. Lo fa lanciando, con ottimi risultati, il seminario digitale dedicato al patrimonio dell’umanità – Edu Digital.

Si tratta del primo webinar dedicato ad uno dei patrimoni UNESCO della Sardegna – l’area archeologica di Su Nuraxi di Barumini. Organizzato dal gruppo sardo dell’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO in collaborazione con l’Istituto Tecnico Statale “D. Panedda” di Olbia, il webinar coinvolto studenti di Olbia e Cagliari, cercando di rispondere a varie esigenze formative e configurandosi come un viaggio conoscitivo virtuale. 80 i partecipanti, tra gli studenti dell’Istituto Panedda di Olbia e del Liceo Statale Dettori di Cagliari, guidato dal Dirigente Scolastico Roberto Pianta.

Una didascalia digitale che ha raccontato uno dei siti archeologici più suggestivi dell’Isola, portato alla luce durante gli scavi condotti da Giovanni Lilliu tra il 1950 e il 1957.

Tanti anche i relatori: Giovanni Maria Mutzu, Dirigente Scolastico ITCS D. Panedda, ha aperto l’appuntamento con una premessa sull’importanza del legame tra cultura e territorio. I rappresentanti degli uffici periferici del MiBACT hanno illustrato agli studenti il ruolo del Ministero in relazione al sito UNESCO. Manuela Puddu, Direzione Regionale Musei Sardegna e Direttrice Area Archeologica Su Nuraxi, ha ripercorso la storia del nuraghe e presentato l’attività di valorizzazione del sito. Chiara Pilo, Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna, ha parlato della tutela e della conservazione. Francesca Carrada ha illustrato la missione istituzionale della Regione Autonoma Sardegna, in riferimento al patrimonio culturale UNESCO materiale e immateriale. Salvatore Bellisai, Presidente del CdA Fondazione Barumini, ha spiegato come il modello gestionale della Fondazione abbia permesso di ottimizzare gestione, valorizzazione e promozione dell’area. Caterina Lilliu, membro del CdA Fondazione Barumini e referente per le attività museali, insieme con Giorgio Murru, coordinatore scientifico, hanno approfondito gli aspetti riguardanti tutela, conservazione, accoglienza ed escursioni guidate dei siti nel corso degli anni. A guidare il webinar i rappresentanti regionali di AIGU Sardegna, Gianfranco Sanna e Federico Porcedda.

Nella lotta contro l’emergenza Covid-19, quest’anno il progetto giunge ad una edizione virtuale, che continua a perseguire l’obiettivo di educazione e formazione di giovani studenti, attraverso l’assimilazione e la diffusione delle tematiche unescane e grazie al lavoro e alla passione dei giovani dell’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO.

Link al video del seminario.